Pensieri, Poesia, Racconti

10 years challenge

Silenzio

Il mio pensiero vaga

nell’oscurità della notte e

nell’immensità della luce

quando un suono mi riporta

indietro dal tempo lontano

alla realtà del mio mondo,

alla mia vita.

Il mio cuore sussulta

un sorriso riempie il viso di luce

guardo il cielo ispiratore

chiedendomi il senso

di quel suono dolce e familiare

da sentire mio e di nessun altro.

I ricordi di quella persona

mi tornano alla mente

vividi e limpidi

mentre un tumulto di sensazioni

mi percuotono appena sento la sua voce.

 

Annunci
Standard
Pensieri, Poesia, Racconti

Guaritrice dell’anima

È vivere tutte le vite del mondo in una sola. È vedere il dolore negli occhi e non fuggirne impauriti.  Immergersi nei racconti, nelle storie e nei vissuti senza affogare. Ricucire, rammendare animi frammentati, feriti, fantasmi di una vita logorati da un destino che non ha dato loro tregua. Il viaggio più vero e autentico è all’interno dell’anima umana: l’asimmetria della scoperta dell’ignoto. curare-anima

Standard
Pensieri, Poesia, Racconti

Una giovane donna sola, un ombrello cosparso di lacrime e un uomo che la scruta da lontano e che conosce il dolore e tutto ciò che è perduto. L’addio è solo una delle varianti trame che il destino si diverte ad intrecciare per loro. Lo sa che sarà solo questione di tempo e che prima o poi le loro labbra si sfioreranno ancora e ancora in un lungo ed interminabile istante lungo una vita, prima di dirsi addio –e forse questa volta- per sempre. Lei è bella e vestita dei suoi desideri che non osa raccontare mai, non sa che lui dei desideri non sa più che farsene: li ha presi, stracciati, lacerati, squarciati e li ha osservati annegare negli occhi di lei. Lei che aveva già visto il dolore ancor prima di diventare donna, guardava quell’uomo frantumare, sbriciolare l’ultimo spiraglio di serenità e si chiede che senso abbia avuto attendersi, indugiare così a lungo se poi tutti i sospiri del mondo sono stati gettati sempre più in fondo, giù da quel dirupo. E a nulla serve tentare di riafferrarli prima che cadano perché in cuor suo sa che ormai sono irrimediabilmente perduti. Tutto ciò che può essere ancora salvato è il ricordo di mani che si cercano, che ancora si vogliono, di occhi che si scrutano e di labbra che si baciano. E questo verrà per sempre tramandato nelle terre lontane di quel remoto paesino delle campagne lombarde: la luce dei ricordi illumina il mondo e rinfranca gli animi, anche quelli che si pensano senza speranza –soprattutto quelli che si pensano senza speranza.

Standard